Viaggi: 10 cose che non devono mai mancare in valigia

1. Libri
Tanti, tanti libri. Beh sta scrivendo un’ossessionata dai libri, una che porta ovunque almeno un libro in borsa, e se si esce la sera con una borsa troppo piccola? La si cambia con una più grande, semplice.
In ogni viaggio, per quanto frenetico possa essere, c’è sempre il tempo per leggere qualche pagina del nostro libro preferito, magari durante l’attesa in aeroporto.

2. Una buona macchina fotografica.
Sembrerà banale, ma molti ignorano che, per quanto tecnologico e di ultima generazione possa essere uno smartphone, a volte non può catturare la bellezza di alcuni fenomeni. Lo sa benissimo la sottoscritta che si è accorta di quanto possa essere utile una macchina fotografica professionale solo davanti allo spettacolo dell’aurora boreale. Che dire? Rimarrà impressa nella mia mente, solo in quella, però!

3. Vestiti per ogni occasione.
Quando andiamo in un paese che non conosciamo non possiamo sapere che tipo di clima ci troveremo davanti. E’ sempre consigliabile vestirsi a strati e, soprattutto, portare con sé indumenti comodi: felpe, magliette in cotone, pantaloni termici e delle buone scarpe da ginnastica.
Ah, non dimenticate il costume da bagno, non si sa mai.

4. Wi-Fi portatile.
Quando non conosciamo una città, internet è quasi indispensabile. Ci si può sempre orientare con le classiche cartine, ma vuoi mettere la comodità di sapere esattamente la tua posizione? Tutto diventa più semplice e poi, è indispensabile per comunicare.

5. Una Debit Card.
Quando durante un viaggio ci chiesero un Debit Card per poter prendere la macchina che avevamo affittato, tirai fuori la Visa che utilizzo per ogni necessità, naturalmente non andava bene, era una Credit Card. Per fortuna il signore che ci doveva consegnare la macchina, dopo numerose richieste, accettò di darcela ugualmente ma, se non volete restare a piedi nel bel mezzo dell’Islanda nel gelo della notte, prima di partire assicuratevi che sulla vostra carta ci sia scritto: Debit Card.

6. Snack e schifezze varie.
Non deve mai mancare cibo nel vostro zaino. Ricordate, in alcuni paesi già alle otto di sera chiude tutto: market, ristoranti, distributori di cracker. Sarà allora che vi pentirete di non aver riempito lo zaino di biscotti e patatine.

7. Taccuino e penna.
Va bene che oggigiorno è tutto molto social e tecnologico; all’università ormai si prendono addirittura gli appunti con il pc, ma credetemi, nel bel mezzo di un viaggio potrebbero venirvi tante idee in testa e non c’è niente di più bello che scriverle di getto su un quaderno con dell’inchiostro vero.

8. Una buona conoscenza della lingua inglese.
Brexit a parte, la lingua inglese è e rimarrà la lingua universale. Tutti lo parlano, un po’ meno in Italia forse, ma vi assicuro che in tantissimi paesi è parlato da adulti e bambini perfettamente. Insomma è un vero e proprio passe-partout.

9. Caricabatterie portatile.
Direi che è semplicemente indispensabile, soprattutto perché quando viaggiamo ci auguriamo di stare ben poco chiusi in albergo. Un caricatore sempre pronto a salvarci dall’incubo del 10% del nostro smartphone è una vera manna dal cielo!

10. La curiosità.
Ultima ma non ultima, la curiosità è la prima cosa che dovete mettere in valigia quando vi apprestate ad affrontare un viaggio, corto o lungo che sia, lontano o vicino. Siate curiosi, sempre.