Ho visto Bovalino…

“Quando ti piace un fiore lo raccogli e basta, quando invece ami un fiore lo annaffi ogni giorno”

Ho visto Bovalino con i carri a Carnevale, illuminata da mille luci durante le feste, con la piazza gremita di persone indossare magliette di colori sgargianti e sfidarsi a giochi di gruppo per portare in testa alla classifica il proprio rione.
Ho visto Bovalino di notte, d’estate, d’inverno. Allagata o con il sole e il caldo che arrivava a 50 gradi. Con la neve. Incredibile ma vero. Ho visto una Città che non vedevo da tempo: viva. I bambini giocare per strada, le persone nei bar e nelle piazze. Il lungomare pieno di ragazzi, adulti e anziani ammirare lo spettacolo della spiaggia imbiancata. La magia della neve che cade e che dolcemente si scioglie a contatto con le onde del mare. Lo stesso mare che anche quest’anno è stato dichiarato non balneabile. Sporco, inquinato, infetto. Avvelenato. Ma non dalla sporcizia, dalla fogna a cielo aperto o dai depuratori non funzionanti da anni. No. Avvelenato dalle persone.
Quando provo a spiegare perché alcune persone arrivino a tanto, mi piace pensare che lo facciano semplicemente perché sono incapaci, inadatte a certi ruoli. Credo sia arrivato il momento di cambiare, perché toccato il baratro non si può che risalire, e guardando la mia e la nostra città sporca, inquinata, deturpata e sfruttata fino al limite, penso sia arrivato finalmente il momento di darla in mano a chi la ama davvero. A chi è stanco perché è cresciuto dovendo sopportare di vederla sfiorire anno dopo anno, secondo dopo secondo. Basta lamentarsi se poi si commette sempre lo stesso errore! E’ arrivato il momento di consegnarla nelle mani di chi davvero si impegnerà ad annaffiarla giorno per giorno con amore.
Non voglio aspettare altri vent’anni prima che la neve decida di cadere di nuovo e porti per un attimo un barlume di vita in un paese fantasma. #BastaCrederci #Agave