Il blocco del lettore: 5 consigli utili per superarlo

Oggi vi parlerò di uno dei momenti più brutti che può caratterizzare la vita di un lettore, anche i migliori possono soffrirne e la durata del cosiddetto “blocco del lettore” può durare mesi, nei casi più estremi addirittura anni! Quindi, cosa si può fare per superarlo?
Come ogni attività, come la scrittura, anche la lettura può portarci ad una specie di blocco le cui cause possono essere svariate. Personalmente ho attraversato anche quello che viene definito “blocco dello scrittore”, non che io sia una scrittrice di romanzi o altro, ma anche quando dovevo scrivere i miei piccoli post ho attraversato momenti in cui in testa non avevo altro che….il buio più totale!
Ecco, dunque, alcuni consigli utili per riuscire a superare questi momenti che sono del tutto normali nella vita di un lettore.

1) Provate a capire cosa possa aver innescato il blocco.
Sembrerà banale, ma il primo passo è quello di riuscire ad ammettere il problema per poi cercare di individuarne le cause. A volte si tende a dare la colpa al libro, “poco interessante”, “poco stimolante”, “la trama non ha un filo logico”. Nella maggior parte dei casi non è assolutamente questo il problema, ma siamo noi poco predisposti alla lettura. Il dilemma è “perché”?

2) Ritornate all’ultimo libro che avete letto per intero.
Ebbene sì, a volte la soluzione è più semplice di quello che crediamo. Magari avete ancora dei conti in sospeso con l’ultimo libro letto: se vi è rimasto nel cuore, magari, fate fatica a distaccarvene perché pensate di non poter trovare libri alla sua altezza; oppure, nel caso contrario, potrebbe avervi deluso in maniera particolare, così da aver innescato in voi sentimenti negativi nei confronti della lettura.

3) Ricominciate dal vostro libro del cuore.
Ognuno di noi ha un libro che gli è rimasto inevitabilmente nel cuore, anzi a volte è anche più di uno! Nei momenti di blocco è importante ripartire da quelli, per riuscire a riscoprire il piacere per la lettura.

4) Scegliete, per ricominciare, un libro che vi ispira particolarmente.
Con me ha funzionato così: ero in un momento in cui non riuscivo a finire le letture che iniziavo, nessuna mi sembrava adatta al mio umore o al momento che stavo vivendo, così ho pescato dalla libreria uno dei libri che volevo leggere da tempo e che mi incuriosiva tantissimo. (Il libro in questione è “Il giovane Holden” di Salinger. E che ve lo dico a fare?!)

5) Prendetevi un attimo di pausa.
Se il blocco non si protrae da anni, ma è una cosa passeggera probabilmente è dovuto ad un momento di particolare stress, gli esami, il lavoro, spesso ci portano a non essere predisposti alla lettura. Una cosa è certa, prima o poi si ritorna sempre da ciò che si ama, quindi non vi abbattete, tornerete con più motivazioni di prima!

Spero che questo post vi possa essere stato utile in qualche modo, non mi resta che augurarvi…
BUONA LETTURA!